Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Concordia Sagittaria

Città Metropolitana di Venezia - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Novembre  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             

itinerari

Itinerari

Percorsi attrezzati e una nuova esposizione. A Concordia Sagittaria, come succede in Europa per gran parte dei centri storici, il sito moderno coincide, sovrapponendosi, con quello della città antica, rendendo difficoltosi il recupero e la comprensione delle testimonianze antiche. La recente realizzazione dei Percorsi archeologici, promossa dal Comune d’intesa con la Soprintendenza per i Beni archeologici del Veneto, offre invece ai visitatori dell’antica città sul Lemene la possibilità di cogliere ugualmente i segni della storia attraverso un itinerario attrezzato.

Due itinerari alla scoperta della colonia romana. La piazza Cardinal Costantini, dominata dal complesso monumentale della cattedrale, costituisce uno dei punti di partenza dei percorsi. Da qui, dirigendosi a nord, l’itinerario permette di raggiungere l’area archeologica delle terme e delle mura romane. Proseguendo verso ovest, l’itinerario si sdoppia. Il primo tracciato si snoda a ovest lungo un terrapieno, corrispondente al tratto nordoccidentale delle antiche mura, e giunge all’area del ponte romano, oltrepassato il quale l’antica via Annia entrava in città divenendone il decumano massimo. Il secondo si addentra in un’area abitativa, situata nei pressi del cardine massimo, di cui è stato ricostruito con materiali antichi un breve tratto del lastricato. Attraverso il “Parco dei signini” (luogo di rinvenimento di alcune domuscon pavimenti appunto in opus signinum, cioè in battuto su fondo bianco e inserzione di tessere musive), si raggiunge poi la zona del teatro, il cui perimetro è segnalato in superficie da essenze vegetali: il visitatore può così cogliere l’ampiezza dell’edificio rendendosi immediatamente conto delle dimensioni dell’orchestra e dell’emiciclo della cavea.

Sulle pietre del decumano massimo. Dall’area archeologica del ponte è possibile ritornare in piazza Cardinale Costantini percorrendo via San Pietro: alle estremità occidentale e orientale due “mirini” permettono di apprezzare visivamente l’andamento di questo importante tracciato stradale, coincidente con il decumano massimo della colonia e con il passaggio della via Annia attraverso la città; gli inserti di pietra collocati lungo la carreggiata attuale indicano le presunte intersezioni con i cardini, ovvero le antiche vie romane con andamento nord-sud. Lungo i due percorsi vi sono aree di sosta, dove pannelli informativi illustrano le evidenze archeologiche, visibili o attualmente interrate. Qui sono collocati anche alcuni frammenti architettonici antichi di Iulia Concordia, che contribuiscono a evocarne la ricchezza e la monumentalità pubblica e privata.

 

Con la Romea strata in pellegrinaggio -  vai al sito ufficiale

P.Iva 00576720270 - CF 00576720270
PEC: comune.concordiasagittaria.ve@pecveneto.it